mdpr1@libero.it

Benigni? Mai, per nessuna ragione!

Commenti (7) Varie ed eventuali

Neppure a pagamento!

Lui, come tutti i ‘sinistri’, si fa pagare assai profumatamente.

Io, non lo guarderei neppure a pagamento.

Parlo di Benigni, ovviamente.

M’avesse divertito davvero una sola volta!

7 Responses to Benigni? Mai, per nessuna ragione!

  1. Massimo ha detto:

    Passi per Benigni. E i trinariciuti che lo giustificano?

  2. Umberto Montagna ha detto:

    non capisco cosa abbia di speciale e perchè gli italiani si divertono tanto guardandolo! leggere i 10 comandamenti con battute scontate da postribolo. la frutta si vede che non è ancora arrivata!

  3. Roberto ha detto:

    A Radio Maria senz’altro non ci va…
    Non verrebbe pagato.
    Credo che anche alla televisione svizzera o alla televisione tedesca non verrebbe ingaggiato.
    Solo il carrozzone Rai puo’ permettersi ingaggi stratosferici.
    Buone Feste… e purtoppo dovremo morire comunisti…

  4. Carmine ha detto:

    Sono sempre stupito di quanto seguito trovi tra nostri compatrioti. A volte mi viene da pensare che i dati Auditel siano “addomesticati” ( tipo quelli di Sanremo, manifestazione che tutti gli interpellati dicono di non seguire eppoi fa realizzare share da capogiro ). Io Benigni non l’ho mai guardato. Mi innervosisce. Le sue battute, da quello che sento dire, sono sempre dozzinali, quando non triviali e seguono sempre un canovaccio ripetitivo sia che metta in onda La Costituzione, L’Inno di Mameli o i Dieci Comandamenti. I compensi che gli vengono riconosciuti ( dal servizio pubblico, cioè anche con i miei soldi ) sono poi, a mio parere fuori, da ogni regola : 4 Milioni di Euro per un “one man show ” che prende possesso dello schermo per due ore riversando sullo spettatore una cascata di battute spesso scontate mi rende triste. Se poi penso che la Rai, dopo aver pagato quel fior fiore di cachet, non detiene neppure i diritti dello spettacolo ( che restano alla Melampo di proprietà dello stesso Benigni e della moglie ) la tristezza si trasforma in rabbia ed alla fine non posso che ringraziare il “telecomando”.

  5. Francesco D'Aulisa ha detto:

    Io non mi aggiungo al coro degli sfascisti. Come si fa a non apprezzare in Roberto Benigni l’arte, l’enfasi, la comicità, la poesia, la passione nel commentare i 10 comandamenti. Chi saprebbe fare di meglio ?

    Benigni è un grande italiano che tutto il mondo ci invidia. Non a caso è stato premiato con un Oscar!

  6. Martino Pirone ha detto:

    Quando enuncio osservazioni rivolte ai politici di destra sono comunista, quando le rivolgo a quelli di sinistra sono fascista ed ora, secondo Francesco D’Aulisa, sono “sfascista”. Ebbene sì ! Lo sono per R. Benigni, per F. Fazio, peer Belen, per gli ospiti famosi o meno di Sanremo e per tutti coloro che vengono strapagati per i loro bei spettacoli televisivi. Rivolgo una domanda a chi esalta la bravura di questi soggetti: verrebbero per caso meno le loro capacità, qualità, destrezze ecc se venissero retribuiti con la decima ed anche ventesima parte dei compensi ? Se a Mamma RAI interessa l’audience forse ci sarebbero anche più telespettatori, sapendo che sono stati retribuiti in maniera equa ! Una vergognosa giustificazione, condivisa peraltro da alcuni teleutenti, è quella secondo cui l’alto costo di questi “super eroi” dello schermo è ampiamente compensato dagli sponsor, senza tener conto che questi ci addebitano il costo della sponsorizzazione sui prodotti che andiamo a comperare. Conclusione: quei esagerati cachet li paghiamo NOI con il canone e con l’addizionale sui prodotti che compriamo, oltretutto nella stessa misura tra ricchi e poveri ! E’ Chiaro ???

  7. Lorenzo Benzi ha detto:

    Il compenso è esagerato per lo scontato contenuto delle battute .
    …………..ma solo così i 10 comandamenti potevano interessare gli italiani , visto la qualità del telespettatori !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *