mdpr1@libero.it

Doping

Commenti disabilitati su Doping Varie ed eventuali

Il profeta Elia, ricordate?
Scappa.
Acab e Gezabele lo vogliono per disporne a piacimento.
Si inoltra nel deserto.
Cammina.
Stanco, si distende sotto una ginestra.
Vuole morire e invoca Dio perché lo consenta.
Si addormenta.
Un angelo lo tocca e gli dice di alzarsi e mangiare la focaccia che è improvvisamente apparsa e di bere l’acqua da un altrettanto miracolosamente comparso orcio.
Mangia.
Beve.
Nuovamente si corica.
L’angelo torna e lo sveglia una seconda volta.
Lo invita a mangiare e bere ancora.
Il Libro dei Re conclude il passo con queste parole:
“Con la forza di quel cibo camminò per quaranta giorni e quaranta notti fino al monte di Dio, l’Oreb”.
Bei tempi.
Ai nostri, all’arrivo, gli avrebbero fatto l’antidoping e sarebbe stato sicuramente squalificato a vita!