mdpr1@libero.it

Challenger

Commenti disabilitati su Challenger Varie ed eventuali

Un ‘Centrale’ con due tribune.
Due altri campi da gioco e uno d’allenamento.
Un posto dove mangiare a poco prezzo.
E l’indispensabile bel tempo.
Queste le incombenze degli organizzatori di un buon challenger.
Poi, certamente, i giocatori.
E tra costoro, davvero di tutto.
Il vecchio numero cinque al mondo da tempo in declino in cerca di punti per risalire la classifica, se mai possibile…
Il giovane che chiede e si fa strada…
Una quantità di quelli di mezza età, tennisticamente parlando…
Di incompiuti…
E amicizia, dimestichezza tra gente che per tutto il periodo estivo si ritroverà, settimana dopo settimana, in luoghi e Paesi diversi per nuovi cimenti.
I premi oltre la coppa del vincitore e il piatto del finalista?
I quattrini?
Pochi, normalmente, in specie per gli eliminati ai turni iniziali.
E nel frattempo, alberghetti a poco prezzo, pensioni familiari, trasferimenti in terza classe…
E capita che uno o più abbia la possibilità di provare una qualificazione per un torneo maggiore.
Magari per uno Slam, addirittura.
E capita che ce la faccia e salga, non solo per un momento, di categoria, rinforzando la fede in un migliore futuro dei compagni di avventura.
E che, salvo cerchi in vecchiaia una impossibile risalita, non viva più una ‘vita da challenger’.