mdpr1@libero.it

‘Big Bob’

Commenti disabilitati su ‘Big Bob’ Varie ed eventuali

Altra volta ho scritto del povero Anton Cermak.
Democratico e sindaco di Chicago, era stato tra gli oppositori interni di Franklin Delano Roosevelt nel 1932 nella campagna che aveva portato il futuro Presidente, tra mille difficoltà, alla conquista della nomination del partito dell’asino.
Eletto e non ancora insediato F.D.R. (la cerimonia era fissata al successivo 4 marzo), il 15 febbraio del 1933, in trasferta a Miami, Cermak, saputo che il vecchio rivale – anch’egli in città – a sera si sarebbe trovato in un parco pubblico, decise di incontrarlo.
Arrivato che fu, venne mortalmente (passerà a miglior vita il 6 marzo) ferito da un attentatore anarchico italiano a nome Giuseppe Zangara.
Voleva costui – si ritiene – invero uccidere il Presidente che invece rimase illeso.
Dello sfortunato Cermak si occuperà dipoi la televisione che a rappresentarlo chiamerà Robert Middleton.
Particolarmente robusto (e invero anche grasso), Middleton in giovinezza era stato soprannominato ‘Big Bob’.
Conservo di lui un particolare ricordo.
Nel ruolo del cattivissimo Sir Grinwold in ‘Il giullare del re’ (una divertente commedia datata 1956), in una scena, veniva affrontato dal buffonesco protagonista Danny Kaye.
Grande e grosso, ricoperto da una corazza, immobile e comunque minaccioso, il Nostro appariva ovviamente insuperabile.
Kaye, guardandolo, diceva:
“Buon fisico!”
Poi, facendo finta di colpirlo e constatando la mancanza di ogni reazione dettata dalla paura, aggiungeva:
“Buon morale!”
Per, infine, voltarsi e cercare di scappare dicendo:
“Buon giorno!”
Avevo nel 1956 dodici anni.
Non so come e perché ma la tiritera “Buon fisico, buon morale, buon giorno”, richiamata dalle più diverse circostanze, e in specie quando incappo in un qualche pezzo d’uomo, mi torna spesso alla mente.
La ripeto e subito sorrido.