mdpr1@libero.it

Belitsa

Commenti disabilitati su Belitsa Varie ed eventuali

Belitsa, Bulgaria, laddove la valle del fiume Mesta separa la catena montuosa del Rila da quella dei Rodopi.
Là, non altrove, il ‘rifugio degli orsi danzanti’.
Gli ultimi, visto che la pratica dell’allevamento di alcune specie di ursidi da parte degli ‘orsanti’ – che poi li portavano in giro facendoli appunto ballare al suono di una fisarmonica o di un violino per raccogliere l’elemosina – è passata in cavalleria perfino in Bulgaria (l’ultimo Paese con l’Albania a praticarla) alla fine del secolo scorso.
Vecchi, pertanto, e
spesso acciaccati, colà sopravvivono.
E mi sovviene di Lucio Lami, del suo narrare di storie di girovaghi ‘orsanti’.
Di quelli nati ed avviati all’antico mestiere sull’Appennino tosco emiliano, sua terra elettiva.
Grande e dimenticato Lucio al quale ho invidiato l’aver conosciuto e intervistato Uslar Pietri massimo esponente della letteratura latino americana novecentesca e biografo di Lope de Aguirre, il mitico ‘Furore di Dio’ (‘Der Zorn Gottes’) di herzoghiana memoria.
Ciao, Lucio.