mdpr1@libero.it

Comunista

Commenti disabilitati su Comunista USA

Molte le dinastie politiche (e non solo) negli Stati Uniti d’America.
Gli Adams, per dire (due presidenti, un candidato vice, un notevole intellettuale, l’uno dopo l’altro).
Gli Harrison (due capi dello Stato nonno e nipote).
I Bush, ovviamente (nell’ordine, un senatore, due presidenti e un governatore).
E trascuro dinastie minori come i Kennedy e i Taft, sempre per dire.
Fra queste – minore solo perché ignota ai più (se studiasse, la gente…) – i Fish.
Primo tra costoro a distinguersi in America Nicholas, valoroso combattente nella Guerra di Indipendenza e successivamente comandante generale della Guardia Civile di New York.
Dopo, il di lui figlio Hamilton Fish, uomo di grande e meritato prestigio: Rappresentante, Governatore del New York, Senatore, Segretario di Stato.
Segue Hamilton Fish II, speaker della Camera del New York oltre che Rappresentante alla Camera bassa federale.
Poi, Nicholas II, diplomatico e infine ambasciatore in Europa.
Il di lui figlio Hamilton (come si vede, nome ricorrente in famiglia e scelto dal primo Nicholas in onore dell’amico Alexander Hamilton) eroico combattente morto giovanissimo a Cuba lottando agli ordini di Teddy Roosevelt per l’indipendenza dell’isola.
Importante Hamilton III, figlio del Il, assai longevo (centotre anni) ex Rappresentante, oppositore di Franklin Delano Roosevelt, per qualche momento nei Cinquanta interessato alla fondazione di un partito ultraconservatore mai in effetti nato.
Una schiera di politici tutti d’un pezzo che dalla nascita del partito repubblicano hanno baldamente militato nelle sue fila.
Poi, dai lombi di Hamilton IV, ecco nascere Hamilton V.
E tutto improvvisamente cambia.
Il giovanotto, per così dire, dirazza.
Radicale,
si dà da fare in particolare per le riforme civili.
E capita che decida di candidarsi per la Camera per i democratici.
Tuoni e fulmini in famiglia.
È allora che il nonno lo definisce sic et simpliciter ‘comunista’!