mdpr1@libero.it

Pensionato d’oro

Commenti disabilitati su Pensionato d’oro Varie ed eventuali

Cinque milioni di svanziche al mese.
Questa la ‘pensione d’oro’ di Rudy T** negli anni Ottanta.
Un botto.
Alto, grosso, forte come un toro, aveva combattuto in Indocina, Dien Bien Phu compreso, e, miracolo, ne era uscito vivo.
Poi – a suo dire perché a me non risultava che la Legione Straniera avesse avuto a che fare con i malgasci in anni a noi vicini – in Madagascar.
Una guerra sporca quella, una guerra nella quale – raccontava – i morti della Legione venivano bruciati coì lanciafiamme per evitare che per il caldo umido rapidamente marcissero e causassero epidemie.
Stazionava, Rudy, ogni mattina – invariabilmente con la camicia aperta a mostrare le amate catene d’oro – piovesse, nevicasse o battesse il sole, alquanto minaccioso, in Piazza Monte Grappa, dalle parti degli uffici dell’INPS.
Aveva difatti in corso con l’ente una questione pensionistica del tutto particolare.
Insomma, tornato in Italia e in attesa di beccarsi la succosa mensilità francese che gli spettava per l’onorevole servizio reso, per sopravvivere, aveva messo a segno, pistola alla mano, un paio di rapine.
Beccato, aveva scontato qualche anno lavorando in gattabuia.
Ecco perché sosteneva che lo Stato – suo datore nel periodo di gabbio – gli dovesse un’altra pensione che peraltro, irriconoscente, non si decideva a dargli.
Amico di tutti, si dichiarava disponibile per ogni bisogna.
Per simpatia, non per vile denaro.
E occorse del bello e del buono per fermarlo quando capitò che una nostra amica si lamentasse con lui dei comportamenti del figlio.
“Te lo ammazzo io”, le aveva difatti immediatamente promesso.
Poi, quello che non era riuscito ai vietminh, quello che non avevano potuto i malgasci fece il suo alla fine debole cuore.
Come tutti coloro che in qualsiasi modo hanno incrociato i miei passi, Rudy è sempre a me presente.
Sempre.
Oggi in specie pensando alla sua cospicua pensione.
È un bene per chi so io che sia trascorso a miglior vita.
Fosse tra noi e pensasse che i mentecatti che ci governano intendessero intaccare la sua mensilità dove mai li spedirebbe prendendoli per il collo?