mdpr1@libero.it

Ferrario

Commenti disabilitati su Ferrario Amarcord

Il momento nel quale mentre ai Giardini Estensi festeggiavamo non so più quale anniversario della sua Prealpina e andando verso la fontana mi disse che stava morendo.
Che doveva affrontare un’operazione che sapeva non l’avrebbe salvato.
E volevo abbracciarlo.
E non me lo permise.

Nessuna ragione.
Nessuna particolare ricorrenza.
Oggi mi è tornato alla mente e basta.

Roberto Ferrario riusciva con assoluta naturalezza a farsi odiare.

Io gli ho voluto bene.
Lui ne ha voluto a me.