mdpr1@libero.it

‘Vesre’ italiano

Commenti disabilitati su ‘Vesre’ italiano Varie ed eventuali

In spagnolo ‘rovescio’ si dice ‘reves’.
Il ‘vesre’ (‘reves’ invertendo le sillabe) è un linguaggio particolare proprio di Buenos Ayres.
Infiniti gli esempi.
‘Gato’ (gatto) diventa ‘toga’, ‘pelado’ (calvo) ‘dolape’, ‘camion’ (occorre tradurre?) ‘mionca’, per dire.
Potrebbe essere divertente usare il ‘sodiver’ da noi.
Micio diventerebbe ‘ciomi’, cane ‘neca’, volpe ‘pevol’, carne ‘necar’ e infinitamente via.