mdpr1@libero.it

Frunze (Frunză)

Nessun commento Varie ed eventuali

L’impegno?
Trovare nel marasma di libri sparsi per ogni dove nello studio il racconto di Boris Pil’njak ‘Storia della luna che non fu spenta’.
Oltre cinquant’anni.
Ecco, devo averlo letto verso metà dei Sessanta.
Non so nemmeno come, or è un minuto, mi è venuto alla mente il grande rivoluzionario sovietico Michail Frunze (Frunză).
È ispirandosi a lui, alla sua immortale avventura terrena, al suo assassinio che Pil’niak scrisse quelle righe.
Rileggere!
Rileggere!
Rileggere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *