mdpr1@libero.it

Sigarette

Nessun commento Varie ed eventuali

Chissà come e perché, Achille Locatelli mi chiede se conosco almeno di nome Ernesto Catani.
Ha letto che nel declinare dei Sessanta scriveva per ‘KO noble art’, una rivista ovviamente – visto il titolo – dedicata al pugilato.
A chi rivolgermi in tema di boxe se non a Riccardo Signori?
Ecco quanto al riguardo ho così appreso e ad Achille trasmesso:
“Buongiorno Mauro.
Mi hai ricordato un personaggio davvero intrigante.
Rammento eccome Ernesto Catani, perchè è stato il primo direttore che ho frequentato cominciando il mestiere del giornalista.
Ero ventenne, quindi siamo intorno al 1974.
Riprese a pubblicare la rivista pugilistica ‘KO’ che anni prima aveva avuto successo.
Non durò molto, per problemi suppongo economici, ma era fatta benissimo e con una visione già molto avanti sui tempi.
Catani era proprio un tipo geniale e imprevedibile, un giornalista con una marcia in più rispetto a molti. Però, da quanto mi raccontarono allora, non potevi contare su di lui nei tempi lunghi.
Dopo il successo, un giorno uscì di casa, dicendo che andava a prendere le sigarette, e ricomparì solo dopo qualche anno.
Era andato in Sudafrica a far fortuna.
Credo gli sia successo anche altre volte.
Quando l’ho conosciuto avrà avuto una sessantina di anni, suppongo.
Non so dirti altro.
Se posso esserti utile, volentieri.
Saluti
Riccardo Signori”.
Ecco…
Una scusa classica “vado a prendere le sigarette”.
Si usa ancora?
C’è bisogno oggi di uno stratagemma per andarsene?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *