mdpr1@libero.it

Ho sognato Max Baer

Nessun commento Varie ed eventuali

Avete presente Max Baer?
Duro e spietato picchiatore, vero?
Per noi, quello che ha tolto la cintura a Primo Carnera.
Beh, stanotte l’ho sognato.
Ma era un Baer diverso.
Vecchio – e non lo è mai diventato essendo morto d’infarto a cinquant’anni.
E soprattutto disperato.
Avevo, chissà come e perché, in mente le tragedie che ne accompagnarono la carriera pugilistica?
Fatto è che nella stanza d’albergo dove l’ho collocato sembrava incapace di trovare pace.
E – che sogni faccio? – gli parlavo di Giovenale.
È stato quel grande a vergare “Gli altri possono perfino dimenticare ma tu sei capace di perdonare te stesso?”
Baer era di Omaha.
Nebraska, sapete?
E quanto avrei da dire e scrivere sul Nebraska…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *