mdpr1@libero.it

Sale antifasciste

Commenti (1) Varie ed eventuali

Allora.
Il consiglio comunale di Varese ha deliberato in merito alle future concessioni delle sale appunto comunali a quanti ne facciano richiesta.
Potranno utilizzarle solo gli antifascisti!
Ora, non poche delle predette sale si collocano in edifici nati nell’epoca fascista.
Così stando le cose, può un vero antifascista farne uso?
Certo, perché gli antifascisti del giorno d’oggi – nipoti inconsapevoli almeno al novanta per cento di fascisti – non hanno la minima idea di cosa sia e non sanno distinguere un edificio fascista.
 

One Response to Sale antifasciste

  1. Giorgio ha detto:

    Mi pare una questione di primato dell’uovo o della gallina.
    Una cosa che mi mi sgomenta e logora il nervo vago:
    Passando tra le genti che circolano in una Città Mercato ovviamente nota,vedo di fronte ad una “tabaccheria” una capace panchina colma di persone che fissano un tabellone digitale dove si accendono numeri,non si distraggono ipnotizzati parrebbe….altri in piedi appoggiati al bancone grattano stizziti con la monetina il gratta e vinci…credevo si vendessero francobolli e sigarette…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *