mdpr1@libero.it

La prima donna alla Casa Bianca

Nessun commento USA

Scommetto!
La prima donna alla Casa Bianca sarà Nimrata Nikki Randhawa.
Nikki Haley, per capirci.
Una vera repubblicana, su posizioni eticamente inattaccabili.
Di origini Sikh, figlia di un professore universitario, nata a Bamberg in South Carolina (oggi, meno di quattromila abitanti), laureata, sposata – il cognome Haley è quello del marito – madre di due figli, dopo una brillante carriera politica locale (è stata eletta tre volte alla Camera nello Stato di appartenenza), dopo avere vinto sia nel 2010 che nel 2014 le elezioni per il governatorato della stessa Carolina del Sud, è dal gennaio 2017 rappresentante degli Stati Uniti all’ONU.
Svolge magnificamente, impetuosamente e, per quanto possibile, in modo indipendente il proprio ruolo.
Dimenticavo – ma conta – non ha mai perso una elezione e quando si è presentata una seconda o terza volta ha sempre incrementato in percentuale i consensi.
Non mi stupirei affatto se si proponesse per la nomination repubblicana già nel 2020.
Certamente, nel caso in cui Trump non si ripresentasse (Mike Pence, nell’ipotesi, il rivale designato).
Probabilmente, anche se il tycoon fosse di nuovo in corsa.
E nata nel 1972 e la giovane età lavora per lei.
È nata il 20 gennaio e dovesse vincere White House entrerebbe in carica il giorno del proprio compleanno (cabala).
Ripeto, scommetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *