mdpr1@libero.it

Bisessuale

Nessun commento Varie ed eventuali

“Noto bisessuale”.
Leggo tale definizione di un mio antico e da tempo defunto idolo e resto basito.
D’acchito, semplicemente non ci credo.
Un uomo di quella fatta, bisessuale?
Impossibile!
Respinta con orrore l’ipotesi, mi interrogo su tale mio raccapriccio.
Istintivo.
Immediato.
Incontrollabile.
Infiniti gli agguati della mente in proposito.
I riferimenti.
I ricordi.
Per quanto ragioni, mentalmente argomenti, razionalmente (?) mi dica, cerchi addirittura di convincermi a differente conclusione, ‘dentro’, il rifiuto – non solo dell’idea, perfino del vocabolo – è radicato, assoluto.
E mi accorgo di ritenere il bisessuale persona perfino meno ‘perdonabile’ dell’omosessuale.
Ho davvero scritto ‘perdonabile’?
Chi mi perdonerà oggi, nel 2018, in un mondo tanto aperto e privo di vetuste inibizioni, alieno da sorpassati moralismi, per questo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *