mdpr1@libero.it

Vivere più a lungo

Commenti (2) Varie ed eventuali

Allora, solita ricerca della solita università americana.
(Ma non hanno altro da fare?)
Pare che le persone che guadagnano oltre cinque milioni l’anno vivano mediamente quasi ottantotto anni e che i poverissimi addirittura quindici anni meno.
In mezzo, gli altri scaglionati secondo minori o maggiori entrate
Non mi pare una grande scoperta.
Ovviamente, chi più guadagna meno lavora (e si consuma) fisicamente.
Resta il fatto, comunque, che tra quanti storicamente hanno superato i centodieci anni di vita i ricchi non ci sono proprio!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

2 Responses to Vivere più a lungo

  1. Giorgio ha detto:

    Parrebbe una storiella d’osteria,ma così non è:
    siamo nella rigogliosa Emilia Romagna,si discuteva di colesterolo e come mai tutti dovremmo averlo in misura decisa dal Ministero della Salute,Piron (Piero) aveva due zii che risiedevano in case separate nel medesimo ampio cortile,lo zio ricco quando gli pareva uccideva il maiale e cominciava la festa, buona parte delle pancette le donava al fratello povero che di quello viveva con le uova delle proprie galline,successe che lo zio ricco da tempo giace sepolto,mentre il povero è vivente con il colesterolo che probabilmente schizza dalle orecchie.

  2. CARLO CAVALLI. ha detto:

    Grazie a Giorgio, mi rituffo nella mia rigogliosa Emilia Romagna.
    Quando lo zio Mario da Caorso decideva di pontificare, pontificava alla grande.
    “Il colesterolo ha quarti di nobiltà . Pensate che è una molecola lipidica della classe degli steroli. Di gran classe. ”
    “E allora?” domandavano allibite le sue due sorelle ( che per me erano poi due preziose zie , di nome Anselma e Marinin).
    “Allora occorre molta riverenza nei confronti di una molecola lipidica”.
    A quel punto, il Mario scorporava religiosamente ” la grassa” dalle tante fette di coppa allineate nel piatto e la ingoiava pudicamente, con una certa solennità.
    Lui e le celebratissime molecole lipidiche.
    Lui uomo dalla sana libidine.
    Sarebbe morto novantunenne , quando troppo lesse delle statine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *