mdpr1@libero.it

2018, per cominciarlo bene

Commenti (3) Varie ed eventuali

Diritto di voto

Mia madre, invariabilmente, votava per il candidato più bello.
La cosa mi fece comodo nei primi anni Settanta, allorquando decisi di scendere in campo politico con alterne fortune.
Votò per me, infatti, non perché fossi suo figlio ma perché mi riteneva (giustamente e appunto) il più bello in lizza, e per il vero (giustamente) in assoluto.
Le dicevo allora – lo opinavo e d’altronde opino ancora oggi – che, considerato il suo criterio di scelta, le avrebbero dovuto togliere il diritto di voto.
Ecco, il problema più serio è questo: perché mai persone che si esprimono nell’urna sulla base di parametri cotali o altrettanto idioti hanno diritto di votare, in tal modo condizionandomi, costringendomi?
E, spingendosi oltre su questa via, ovviamente sono milioni, milioni e milioni coloro che votano senza alcuna cognizione di causa.
Coloro la cui animalesca brutalità è evidente.
Ebbene, necessita identificarli e intervenire proprio impedendo loro di votare.
È facile, facilissimo riconoscerli.
Avete mai visto – per cominciare – una tappa di montagna del Giro d’Italia?
Quel numero davvero rimarchevole di inqualificabili individui che si affannano al lati della strada spesso invadendola, di sovente mascherati, urlanti, pronti a spingere, strattonare e ad ogni imbecillità?
Ebbene, basta fermarli dopo la corsa, prendere nota dei dati che li riguardano e cancellarli dalle liste elettorali.
Sono di tutta evidenza idioti allo stato puro.
E i tatuati?
Cominciando dai trogloditi che scendono in campo per contendersi un pallone negli stadi e dai loro altrettanto tatuati tifosi?
Non dimostrano forse la loro imbecillità per il fatto di essersi in cotal modo irrimediabilmente conciati?
Perché mai, neandertaliani quali si appalesano, possono votare?
E gli alcolisti?
E i drogati?
A milioni, gli uni e gli altri.
Persone – persone? – esseri ferini che, non v’è dubbio alcuno, si pronuncino nell’urna senza rendersi minimamente conto di quanto vanno facendo.
Perché ne hanno diritto?
Per il fatto stesso che sono nati ed hanno raggiunto una certa età?
Davvero ridicolo.
E riderei se la cosa non mi terrificasse!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

3 Responses to 2018, per cominciarlo bene

  1. Matteo Maria Martinoli ha detto:

    Quello che contribuisce ad aumentare o diminuire il bene comune non è il diritto a una qualche azione, ma il suo esercizio. Chi vota un cabdidato/a che aveva solennemente promesso di mia più riproporsi per una carica politica nuoce al bene comune più di qualsiasi alternativa maggioranza del resto del corpo elettorale (astensionisti inclusi). Poiché con o senza voto le leggi sono subite dalla maggioranza di ogni popolazione se nessuna legge obbliga il bugiardo idiota al mantenimento del sacrosantamente idiota impegno assunto ci è imperativo categorico di capire come meglio contrastarlo se è come votando noi stessi e/o invitando a fare!

  2. Matteo Maria Martinoli ha detto:

    Quello che contribuisce ad aumentare o diminuire il bene comune non è il diritto a una qualche azione, ma il suo esercizio. Chi vota un cabdidato/a che aveva solennemente promesso di mai più riproporsi per una carica politica nuoce al bene comune più di qualsiasi alternativa maggioranza del resto del corpo elettorale (astensionisti inclusi). Poiché con o senza voto le leggi sono subite dalla maggioranza di ogni popolazione se nessuna legge obbliga il bugiardo idiota al mantenimento del sacrosantamente iperuranico impegno assunto ci è imperativo categorico di capire come meglio contrastarlo se e come votando noi stessi e/o invitando a fare!

  3. CARLO CAVALLI ha detto:

    Sottoscrivo pienamente.
    Milioni di persone che appoggiano l’avambraccio alla mensola dell’urna, meriterebbero solo di scivolare rovinosamente sulla illiceità del proprio voto.
    Fratturandosi con dovizia l’ulna.
    Materia da ortopedia e non da illuminata democrazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *