mdpr1@libero.it

Voce (fessa?)

Nessun commento Varie ed eventuali

Decenni.
Decenni che non mi capita.
E così a voi, immagino.

Quegli omaccioni alla Victor McLaglen.
L’aria da campagnoli.
Petto in fuori.
Dalla evidente mascella di ferro.
Per il solito, ex pugili.
O gente capace di imitarne gli atteggiamenti.

E avevano una comune caratteristica.
La voce fessa.
Particolare.
Sgradevole?
Per quanto mi riguarda, no.

Come avessero incassato colpi alla corde vocali.

È questo il forte e sibilante sussurro arrochito che, nella memoria, unisce i battant di una volta che ho avuto ventura via via di incontrare: Leone Jacovacci, Artemio Calzavara, Luigi Musina, Aldo Spoldi, Domenico Bernasconi e, soprattutto, Giancarlo Garbelli.

E mi chiedo come mai, oggi, mentre scrivo, la voce che non ricordo sia quella di Sandro Mazzinghi.
Caro, antico, amico mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *