mdpr1@libero.it

Vancouver

Nessun commento Varie ed eventuali

“Mio padre?
Ungherese di Budapest.
Ebreo.
Imprigionato.
Perseguitato.
Incredibilmente, riuscì a raggiungere con la famiglia un porto inglese e a partire per Halifax.
Fu lì che gli capitò qualcosa di incredibile.
Verificati i suoi documenti e trovatili in ordine, il funzionario incaricato gli chiese dove volesse andare.
Era la prima volta in vita sua che non riceveva un ordine.
Che gli si chiedeva di scegliere!
‘Il più lontano possibile dall’Europa’, rispose.
Ecco perché sono nato a Vancouver”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *