mdpr1@libero.it

Il sette e l’undici

Commenti disabilitati su Il sette e l’undici Varie ed eventuali

Li tiravi contro il muro.
I dadi, intendo.
Un tavolino appoggiato alla parete.
Il lancio a rimbalzare.
Sul legno, prima.
Con arte.
Certo, a Las Vegas era tutta un’altra cosa.
Ma andava bene così, visto che i soldi, le svanziche, erano veri.
Da Aldo.
Di quando in quando.
A sera.
Messe via le carte e pagato il dovuto.
Prima di chiudere il bar.
Il banco?
A turno, per non favorire nessuno.
E si poteva scommettere da fuori.
Tiravi e se uscivano il sette o l’undici era subito fatta.
E ho sempre pensato che il tale che aveva deciso che sui Pendolini o come diavolo si chiamavano allora si potesse fumare proprio sulle carrozze numerate sette e undici l’avesse fatto per questo.
Aveva lanciato un messaggio agli usi di mondo, a quelli che sanno come va la vita!