mdpr1@libero.it

Il silenzio

Nessun commento Varie ed eventuali

Ma occorre parlare?

I fratelli Spellacy.
È nel momento in cui, vicini e sospesi, al bancone del bar tavola calda, ognuno guardando davanti a sé, non proferendo parola, fra loro, più profondamente comunicano.

I due Cox, padre e figlio,
È nel momento nel quale, vicini e sospesi, sulla panchina, ognuno guardando davanti a sé, non proferendo parola, più compiutamente comunicano.

(Ulu Grosbard e Martin Ritt – due che se ne sono andati – sapevano quanto possa intensamente comunicare il silenzio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *