mdpr1@libero.it

Sar (Franco)

Commenti disabilitati su Sar (Franco) Sport

Roma.
Olimpiadi 1960.
Certo, Livio Berruti con gli occhiali da sole nei duecento piani.
Certo, i pugili azzurri con Nino Benvenuti e Franco De Piccoli.
E quel mediomassimo veloce di nome Cassius Clay.
E Abebe Bikila, a piedi nudi.
Certo…
Ma sapete cosa mi è rimasto nel cuore?
Il duello punto a punto tra Rafer Johnson – infine per un soffio primo – e Yang Chuan-kwang per l’oro nel decathlon.
Amici e compagni, visto che il taiwanese studiava in America.
E ho seguito quei due giorni di prove corsa dopo corsa, salto dopo salto e lancio dopo lancio.
E per un istante, ho anche sperato che Franco Sar riuscisse nel miracolo di salire sul terzo gradino di quel podio.
Sar, un sardo incredibilmente alto e potente.
Arrivò sesto, alla fine, e stento a credere che da allora in poi in Italia sia nato un decatleta altrettanto forte.
Chapeau!