mdpr1@libero.it

‘Full Grassley’ e ‘Sloppy Joe’

Commenti disabilitati su ‘Full Grassley’ e ‘Sloppy Joe’ USA

L’Iowa, sapete.
Il caucus.
Agli inizi di febbraio, di solito.
Il primo tra gli appuntamenti elettorali imperdibili (Rudy Giuliani nel 2008 lo saltò e mal gliene incolse) per quanti puntino alla nomination.
Non che vincere laggiù garantisca la candidatura, no.
Di certo, però, perdere nettamente mette in gravi difficoltà se non fuori gioco.
Ora, l’Iowa conta la bellezza di novantanove contee.
E dal 1981 Senatore anziano dello Stato è il repubblicano Charles Ernest ‘Chuck’ Grassley.
Il Nostro ha l’abitudine di visitare tutte le contee ogni anno.
Bene, questa particolarità ha preso ovviamente il suo nome: si definisce appunto ‘Full Grassley’.
E cosa cercano di portare a termine – non è facile in poco tempo e viaggiando in pullman – i candidati alla nomination dei due partiti maggiori prima del famigerato caucus se non proprio il benedetto ‘Full Grassley’?
Non è facile, ho detto.
Ancora di più pensando ai novantanove ‘Sloppy Joe’ che i candidati devono mangiare.
Pane da hamburger farcito con carne macinata e stufata più cipolla e ketchup, ecco cos’è questo tipico panino locale che partendo da Sioux City ha conquistato larga parte del Paese.
E come potrebbe un candidato rifiutare una tale leccornia generosamente offertagli in ogni capoluogo di contea dai suoi elettori?
Sopravvivere è difficile.