mdpr1@libero.it

Falsificazioni mediatiche ulteriori che, lungi dal nuocergli, favoriscono Donald Trump

Commenti disabilitati su Falsificazioni mediatiche ulteriori che, lungi dal nuocergli, favoriscono Donald Trump USA

USA.

Jeff Flake e Bob Corker sono improvvisamente diventati dei simboli e vengono rappresentati dai media come martiri.

Flake è un Senatore dell’Arizona in carica dal 2013.

Corker, del Tennessee, siede alla Camera Alta dal 2007.

Entrambi in scadenza di mandato, sanno già ora che con quasi assoluta certezza saranno battuti nelle primarie in vista delle Mid Term Elections del 2018.

Battuti – ovviamente, trattandosi come detto di primarie – da rivali interni al Partito Repubblicano del quale fanno parte.

Battuti da avversari su posizioni politiche più destrorse.

Battuti da rivali supportati da Steve Bannon, l’estremista uscito da White House proprio con l’intento di sostenere, a scapito di moderati, nelle consultazioni interne al Grand Old Party, personalità a lui ideologicamente vicine.

Flake e Corker – non c’è bisogno di dirlo – sono tra i Senatori repubblicani più critici nei confronti di Donald Trump.

Questo il quadro reale.

Come viene rappresentata dai media la situazione?

Tacendo assolutamente riguardo alla prospettiva elettorale (una maggioranza di cittadini chiamati alle urne – pare -non li voglia confermare in un processo democratico).

Affermando che i due (Flake è arrivato al punto di dichiararlo) sarebbero intenzionati a non ricandidarsi nel 2018 perché disgustati da Donald Trump.

Non quindi perché invece certi di non essere rieletti.

Una falsificazione mediatica tesa a denigrare ancora una volta il Presidente.

Una falsificazione facilmente denunciabile (negli States, non in Italia dove nessuno capisce nulla a proposito dei processi elettorali americani) da Trump.

È il Presidente un corpo estraneo al Partito Repubblicano che pure lo ha espresso.

È uno corpo estraneo che va modificando il Partito stesso.

Non per niente tutta la vecchia guardia gli si oppone.

È un corpo estraneo che va rafforzando una propria e differenze linea politica.

Una linea che, non dimentichiamolo, gli ha permesso di vincere.

I media attaccandolo per tutta la campagna elettorale hanno fallito.

I media continuano ad assediarlo.

Spesso consentendogli – è questo l’ennesimo caso – di additare ai cittadini le falsificazioni in atto.

Non è così che Trump sarà sconfitto.

È così operando che viene rafforzato!

Il Signore acceca coloro che vuole perdere.