mdpr1@libero.it

Pochi davvero i morti ammazzati da armi da fuoco negli States

Commenti disabilitati su Pochi davvero i morti ammazzati da armi da fuoco negli States Varie ed eventuali

Parliamone proprio adesso, a strage di Las Vegas appena compiuta.
Parliamone ricordando dapprima che negli States ottantanove persone su cento (!) possiedono almeno un’arma, la qual cosa dimostra che il diritto appunto al possesso delle armi è voluto da una fortissima maggioranza (e in democrazia non è forse la maggioranza a contare?).
Parliamone ricordando che la Corte Suprema USA ha infinite volte sentenziato sul tema mantenendo con largo margine lo status quo.
Parliamone soprattutto guardando proprio si numeri e ricordando in primis che gli abitanti degli USA sono trecentotrentamilioni all’incirca.
Ora – lo dicono le statistiche (diamolo per buono) e lo si scrive continuamente perché il numero spaventi – i morti ammazzati, ‘sparati’, sono circa trentatremila l’anno.
Questo significa che decede per colpi d’arma da fuoco annualmente un decimillesimo della popolazione.
Uno su diecimila, ok?
Troppi comunque?
Certo.
Ma quante persone ogni anno muoiono nei nostri benedetti States per alcolismo, in conseguenza di incidenti e delitti causati dall’alcol, per droga, in conseguenza di delitti o incidenti causati dalla droga, perfino a causa del traffico stradale?
Infinitamente di più!!!
I dati in proposito dicono che nel 2015 i decessi per overdose sono stati centocinquantamila (e quanta gente è stata ammazzata dai drogati?).
Pazzeschi i dati relativi alle morti per abuso di alcol (e quante persone vengono ammazzate per esempio da ubriachi?): il dieci per cento degli adulti andati sempre nel 2015 al cimitero!!!
Come concludere se non sostenendo che di questi morti non interessa un tubo a nessuno?