mdpr1@libero.it

Akron (Ohio)

Nessun commento Varie ed eventuali

Messa in cantiere la triplice sfida con Emile Griffith (vinto, perso, vinto) e in cassaforte la cintura dei medi, prima di affrontare in difesa del titolo Don Fullmer, Nino Benvenuti pensò a fare cassa.
Quattro incontri.
Due in Italia.
Due oltreoceano.
Facili i primi tre.
Difficile il quarto.
Avversario in quel di Akron, Ohio, un pugile locale di buona consistenza.
Doyle Baird – questo il suo nome – vantava a quel 14 ottobre 1968 un record di ventidue vittorie contro due sole sconfitte.
Duro il confronto dal quale il triestino uscì con un pareggio.
Ecco, Akron – per quanto mi riguarda e prescindendo da ogni altra considerazione storica o sociale – deve essere ricordata perché fu il luogo nel quale Benvenuti ebbe a registrare l’unico pareggio della carriera.
Quanto era importante il pugilato allora.
Quanto!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *