mdpr1@libero.it

Si stava meglio quasi stava peggio

Nessun commento Varie ed eventuali

Nel 1931, a seguito di piogge torrenziali, il Fiume Giallo esondò e allagò un territorio vasto come metà Europa.
I morti furono circa tre milioni e ottocento mila.
Occorsero molti molti mesi perché si ritornasse a una parvenza di normalità.
Nel Vecchio Continente le notizie in merito arrivarono giorni dopo col contagocce e non provocarono allarme.
Si sapeva allora che la Natura può essere feroce.
(D’altronde era storicamente successo in precedenza e certamente accadrà di nuovo).
Se appunto oggi succedesse qualcosa di simile i media (TV in testa) darebbero notizie e trasmetterebbero in diretta immagini ventiquattro ore al giorno e la gente sarebbe spaventatissima ovunque.
Gli ‘esperti’ direbbero “Non è mai successo prima” e daremmo la colpa al riscaldamento antropico.
Quali le conclusioni?
Non potendo intervenire come vorrei, mi rassegno ma si stava meglio quando si stava peggio.
Certamente!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *