mdpr1@libero.it

L’impermeabile

Nessun commento Cinema

Desabuse’, fane’, froisse’e…
Può un impermeabile essere disilluso?
Certo, gli si consente d’essere appassito e sgualcito.
Disilluso, no.
Ma guardate Yves Montand (Cesar) nel prefinale di ‘Cesar et Rosalie’ e ditemi se non indossa una cerata copripioggia che non si aspetta più nulla di buono dalla vita.
La conferma nella scena all’aeroporto con Samy Frey (David).
Un impermeabile pieno di speranze, il suo.
Tutto cambierà di lì a poco.
Tornerà Romy Schneider (Rosalie) e non occorrerà mai più indossare il disincanto.
“Il cinema di Claude Sautet è la vita”, diceva Francois Truffaut.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *