mdpr1@libero.it

Lance Armstrong ha ucciso il Tour (e non perché fosse drogato, no!)

Nessun commento Sport

Tour de France 2017: primo Chris Froome, un corridorello.
Direte che ha vinto la Grande Boucle per la quarta volta ed è vero.
È vero altresì che con ogni probabilità, non fosse rovinosamente caduto, avrebbe trionfato anche nel 2014.
E come mai, ciò malgrado, posso giustamente definirlo un ciclista di mezza tacca?
Molte le ragioni e per cominciare il fatto che le sue prime apparizioni nelle grandi corse a tappe sono state un fallimento totale (nel 2008 ottantatreesimo al Tour e nel 2009 trentaduesimo al Giro).
Poi per l’assoluta incapacità di vincere su strada nelle classiche (le pochissime volte nelle quali è stato tra i partenti).
Infine – fondamentale – la necessità, per arrivare sul primo gradino del podio, di avere uno squadrone a propria disposizione.
Da molto, nelle corse a tappe sulle tre settimane (Giro, Tour e Vuelta, nell’ordine) il ‘metodo’ per vincere è quello messo a punto a suo tempo e dipoi praticato da Lance Armstrong.
Comporre ed avere a disposizione una compagine fortissima i cui membri siano tutti campioni dediti, per molto denaro, alla esclusiva causa del leader padrone.
(Se quest’anno il gregario di lusso Mikel Landa Meana, invece di servire Froome, avesse corso libero da obblighi lo avrebbe battuto sonoramente).
Una compagine in grado di controllare in ogni momento, metro per metro, la corsa e portare il capitano alle battute finali fresco e pimpante per lo scattino (non è in grado di dare di più) che gli permetta di guadagnare miseri ma decisivi secondi.
Una compagine che con l’ossessionante ritmo imposto non consenta a nessuno se non a prezzo di fatiche eccessive e da pagare di fare il vuoto.
Lance Armstrong ha ucciso il Tour non perché lo abbia vinto sette volte da drogato (il doping è affare comune nel ciclismo) ma perché lo ha reso una corsa monotona, priva di vera suspence e con un vincitore annunciato e certissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *