mdpr1@libero.it

Attentatori buoni e attentatori cattivi

Nessun commento Varie ed eventuali

È una oramai antica questione.
Già parecchi anni fa Stefano Zecchi aveva notato il differente trattamento riservato ai rifugiati politici, differente guardando alla loro provenienza.
Coccolati e lungo assistiti in ogni possibile modo se esuli da Paesi governati da regimi di destra.
Sopportati e presto dimenticati, abbandonati, in specie se fuggiti da Paesi comunisti.
Aspettiamoci di vedere qualcosa di sia pur lontanamente, per analogia, paragonabile ora, nel momento in cui agli attentati stragisti islamici si comincia a rispondere (a Londra, ma succederà ancora e ancora) con azioni terroristiche avverse.
Avremo terroristi ‘buoni’ e terroristi ‘cattivi’.
Buoni – ovviamente e chi può dubitare in proposito? – quelli islamici.
Cattivi – che dico? esecrabili – gli altri.
Così va il mondo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *