mdpr1@libero.it

Attentati: la strategia da adottare

Nessun commento Varie ed eventuali

Esattamente il contrario.
Combattere il terrorismo e le conseguenti azioni censurando Facebook e impedendo ai fanatici di accedervi e scriverci è la cosa più idiota da fare.
Occorre invece sorvegliare i social e leggere tutto quanto pubblicano, tutto.
È così che si conoscono le idee e le intenzioni dei predetti.
Che scrivano sempre e liberissimamente.
Quanto al che fare, la soluzione in una proposta che tutti giudicheranno inaccettabile.
D’ora in poi, nessuno dia più notizia alcuna degli attentati.
È la pubblicità del loro operare che in primissimo luogo importa ai terroristi.
L’eco delle loro ‘imprese’.
La conseguente paura.
Ebbene, se davvero nessun media parlasse d’ora in avanti delle barbarie da costoro messe in atto con ogni probabilità cesserebbero di compierle.
Una strada impercorribile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *