mdpr1@libero.it

Giornata svizzera domenica, sportivamente parlando

Commenti (1) Sport

Australian Open di tennis.
Per chi non lo sapesse, uno dei quattro Slam, ovvero uno dei quattro tornei internazionali di maggiore prestigio.
Ottavi di finale della parte alta del tabellone.
Due i giocatori elvetici in gara.
Primo tra i due a scendere in campo, Stan Wawrinka 
Tre Slam in bacheca, una Coppa Davis, la medaglia d’oro olimpica in doppio per gradire.
Affronta l’alto atesino Andreas Seppi, uno che gioca benissimo e perde.
Stan vince in tre set tutti arrivati al tie break.
E passa ai quarti.
Dopo di lui, ecco in campo Roger Federer, la leggenda. 
Diciassette Slam all’attivo, record assoluto, quasi cento tornei vinti, la Coppa Davis, la medaglia d’oro olimpica in doppio…
È reduce da un lungo periodo di recupero dopo un intervento chirurgico.
Ha giocato qualche partita ma si nutrono dubbi sulla sua tenuta fisica.
Avversario temibilissimo il giapponese Kei Nishikori, un duro.
Cinque set e, proprio dimostrando di essere anche fisicamente a posto, Roger si qualifica per i quarti.
Dovessero i due svizzeri vincere ancora si troverebbero l’uno di fronte all’altro in semifinale.
Evviva.
Nel frattempo, a Garmisch, Coppa del Mondo di sci femminile, super gigante.
È o non è una giornata svizzera?
Lo è. 
Vince la ticinese Lara Gut.
Di nuovo evviva con una certa invidia.

One Response to Giornata svizzera domenica, sportivamente parlando

  1. Franco Cattaneo ha detto:

    Pero’ sabato sulla mitica Streif di Kitzbuhel (quest’anno finalmente sul percorso completo) il carabiniere Dominikk Paris ha vinto quella che e’ la Wimbledon dei discesisti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *