mdpr1@libero.it

Quando le aggravanti del reato vengono usate come attenuanti

Nessun commento Varie ed eventuali

Sono assolutamente favorevole alla pena di morte.
Ho notevoli problemi invece quanto alla sua applicazione.
Atto ovviamente definitivo, non ammette errori.
Dopo di che, infiniti comunque i casi nei quali andrebbe comminata e pubblicamente (perché tutti vedano) eseguita.
Un solo, indiscutibile esempio: quel tale che per drogarsi e giocare alle slot machine ha ucciso una povera donna a Milano perché dovrebbe continuare a vivere?
Proprio con riferimento a questo caso è invalso l’uso da parte degli imbecilli – milioni e milioni – di invocare quali attenuanti del reato le aggravanti.
“Era ubriaco”
“Era drogato”
E consimilmente dicendo.
Di tutta evidenza, indiscutibilmente, se un individuo compie un reato da ubriaco o da drogato la pena deve essere maggiorata e, nel caso di assassinio per futili motivi (aggiungerei, nei casi di guida che abbia causato vittime), assoluta e definitiva: la morte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *