mdpr1@libero.it

I record negativi di Obama

Nessun commento Varie ed eventuali

Il signor Barack Obama ha di recente sostenuto che se fosse stato lui l’avversario di Donald Trump non avrebbe avuto difficoltà ad ottenere un terzo mandato.
La prima considerazione da fare in proposito è che ben difficilmente la sconfitta di Hillary Rodham Clinton può prescindere da un negativo giudizio dell’elettorato nei confronti dell’operato dello stesso Obama che ha fra l’altro appoggiato l’ex first lady con tutto se stesso.
Ciò detto, il signor Obama non ricorda che dal punto di vista elettorale detiene due record negativi di notevole portata.
È difatti tra i pochissimi presidenti americani che, scendendo in pista per ottenere un nuovo mandato, è riuscito ad incamerare nella circostanza sia meno voti popolari – primo record – che meno grandi elettori – secondo primato.
Il fatto, poi, che abbia comunque vinto la seconda volta, lungi dall’essere una cosa eccezionale, rientra nella normalità per gli eletti del sio partito visto che solo due suoi predecessori democratici hanno perso cercando la conferma: Grover Cleveland e Jimmy Carter.
Peraltro, Cleveland nell’occasione vinse il voto popolare perdendo solo quanto a grandi elettori.
Non solo, fu dipoi in grado di riprendersi White House quattro anni dopo ancora.
Sarebbe un grande risultato allora avere fatto meglio del solo, povero Carter?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *