mdpr1@libero.it

Giornalisti e Islàm: che tenerezza!

Nessun commento Varie ed eventuali

23 luglio 2016

 

Non facesse in qualche modo orrore – dappoiché conferma la loro (e non solo loro) irrimediabile incapacità di fondo e il profondo condizionamento ideologico – il comportamento dei giornalisti in tv (quindi, a caldo) quando chiamati a commentare gli atti terroristici di matrice islamica farebbe davvero tenerezza.

Poverini, pur di negare tale matrice si arrampicano sui muri.

Guardiamo ai fatti di Monaco di ieri.

Per lunga pezza, aria di lutto negli studi televisivi.

(Bianca Berlinguer è arrivata addirittura – addirittura – a chiedersi se, per caso, ‘loro’ non avessero capito, se non avessero sottovalutato – e chissà che dolore? Sentimento momentaneo e subito dopo obliato).

Poi, una luce si accende negli occhi dei giornalisti via via presenti.

Sembra, pare che il terrorista abbia gridato di essere tedesco.

Meno male – il linguaggio del corpo lo ha subito evidenziato – si sono detti fortissimamente auspicando che quindi non fosse islamico.

Convincendosene, fra l’altro come se in Germania i cittadini maomettani fossero inesistenti.

E’ dentro di loro, è dentro le classi politiche, è dentro la sinistra in genere questa totale ottenebrazione.

E non v’è nulla da fare.

Già oggi, torneranno tutti a sragionare dominati come sono da quella poltiglia ideologica politicamente corretta che li possiede.

Evviva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *