mdpr1@libero.it

La maleducazione in tv

Commenti (1) Varie ed eventuali

Dipende dal bianco e nero?

Sembrerebbe.

Guardate una trasmissione con Alberto Lupo, per dire.

Con Vittorio De Sica in veste di ospite.

Tutti, spettatori compresi, in giacca e con la camicia.

Tutti educati e civili.

Nessuno sbracato.

Nessuno che urlasse.

Nessuno che dicesse parolacce.

Gente educata.

Da tempo, invece e sempre piu’ – dall’avvento della tv a colori e delle reti private – gentaglia.

Presentatori, cantanti, attori, spettatori…

Nient’altro che gentaglia!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

One Response to La maleducazione in tv

  1. Silvano Calzini ha detto:

    Do you remember Studio Uno? Spettacolo, professionalità, divertimento, il tutto concentrato in un’ora di trasmissione. Non un minuto di più. Un meccanismo a orologeria perfetto preparato in giorni e giorni di prove. Adesso fanno delle sbrodolate di tre ore che sono il festival del pressapochismo, dell’improvvisazione e del cattivo gusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *