mdpr1@libero.it

Il Paradiso Islamico

Commenti disabilitati su Il Paradiso Islamico Varie ed eventuali

di Enzo Tosi

Da SAPERE.IT

URI’ : sf. inv. [dall’arabo al-ḥūr, (le fanciulle) dagli occhi neri].

Fanciulle destinate al godimento di coloro che hanno meritato il Paradiso islamico.

Le urì costituiscono una perfetta immagine della donna quale oggetto di piacere, e tuttavia pura, d’una purezza addirittura fisica: esse tornano a essere vergini dopo l’accoppiamento e le loro carni sono d’un biancore che sfiora la trasparenza.

Secondo una credenza ogni beato ha diritto a tante urì quanti sono i digiuni effettuati durante il Ramadan e quante le opere buone compiute.

 

Il Paradiso islamico è un luogo ove coloro che Vi sono promossi godono per l’Eternità di concreti piaceri della carne, in abbondante e perennemente rinnovata continuità.

Infatti non solo la verginità delle Urì, le bianche fanciulle dai grandi occhi neri, si rigenera dopo ogni accoppiamento ma anche lo stato di erezione del beato è permanente.

Il premio del Paradiso è accordato al beato quando egli abbia concluso la sua vita naturale, rispettando i dettami della vera Fede.

Mentre viatico diretto ed immediato per il Paradiso, che evita la lunga attesa terrena, è operare come shahīd, testimone o martire della Fede, dando la vita nella “guerra doverosa” per l’affermazione di Essa.