mdpr1@libero.it

Doping? Squalificare chi non si droga!!!

Commenti (1) Sport, Varie ed eventuali

Mi sono rotto le scatole!

Da una vita, sento parlare di doping e in tutti i campi dello sport.

L’ho già scritto e qui mi ripeto: lasciate liberi i professionisti di drogarsi come e quanto diavolo vogliono.

Fatti loro e se crepano se la sono voluta.

Evitiamo, poi e per favore, di squalificare, come accaduto e accade, il primo arrivato, di assegnare la medaglia al secondo per scoprire anni dopo che era drogato anche lui.

Al limite, SQUALIFICHIAMO CHI NON SI DROGA e piantiamola qui!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

One Response to Doping? Squalificare chi non si droga!!!

  1. Giorgio ha detto:

    E’ come sbattere contro un muro di gomma,sotto altre composizioni e miscugli forse già i muscolosi gladitori al Colosseo facevano uso di doping,si sa che nei numerosi assalti alla baionetta nelle passate guerre il doping consisteva in tracannate di superalcolici,sempre il motivo di base per drogarsi consiste nel dover raggiungere un obietivo difficile,un caposaldo nemico,o salire sul podio per ottenere una medaglia….per scendere ai bassi livelli dell’alcova, le sostanze attive sono di facile reperimento,come trasfusioni di sangue ecc. non meravigliamoci perché il fondo del barile da qualche tempo non solo per il doping,non esiste,confina direttamente con l’infinito,”un altra dimensione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *