mdpr1@libero.it

Della necessità della pena di morte

Nessun commento Varie ed eventuali

Domenica 18 ottobre 2015, giunge notizia dall’India di due ennesimi stupri, questa volta nei confronti di una bambina di due anni e mezzo e di una di cinque.

Ora, qualcuno mi spieghi perchè gli autori (più di uno, di certo) di tali nefandezze, una volta identificati con certezza, non debbano subito essere uccisi.

Perchè si vuole rieducarli?

Redimerli?

Buffonate del genere?

Alla stregua dei pedofili, degli sfruttatori di bambini e di donne, di quanti ubriachi o drogati provocano il decesso o il ferimento degli altri, dei venditori di morte, vanno eliminati.

E non perchè si pensi in cotal modo agendo di impedire che fatti del genere si ripetano, per carità.

Un colpo di pistola alla nuca e il cadavere buttato in una discarica è quello che occorre per liberare il mondo da esseri che di umano nulla hanno e che, semplicemente, non meritano di vivere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *