mdpr1@libero.it

Nella cruna di un ago non un cammello ma una grossa fune

Commenti (1) Varie ed eventuali

In aramaico, cammello si scrive ‘gamal’.

In aramaico, gomena – usata sulle imbarcazioni – o grossa fune si scrive ‘gamta’.

Ora, dappoichè nell’aramaico antico non si usavano le vocali che dovevano essere intuite, basta che una delle consonanti di ‘gamta’ risultasse scritta in modo sbagliato per leggere appunto ‘gamal’.

Ecco quindi che la famosissima parabola non parla della difficoltà di un cammello di passsare nella cruna di un ago quanto, assai più razionalmente, della difficoltà che attraverso quella cruna passi una grossa fune!

One Response to Nella cruna di un ago non un cammello ma una grossa fune

  1. Enzo Tosi ha detto:

    Hallo. I portuali genovesi si chiamano “camalli”, perchè manovrano grosse funi. Enzo Tosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *