mdpr1@libero.it

A Belinda Bencic manca il killer instinct

Nessun commento Sport

Belinda Bencic, a Toronto, Open del Canada, batte in semifinale il numero uno Serena Williams e si aggiudica il torneo sconfiggendo all’ultimo atto Simona Halep.

Tutto benissimo per una neo diciottenne, vero?

A ben guardare, una notevole pecca.

Allorquando, indietro di un set e di un break nella seconda partita, la Halep ha maggiormente palesato il suo stato di malessere, lungi dal chiudere l’incontro, l’elvetica si è disunita, ha regalato con due doppi falli il controbreak per poi perdere il set.

Non si fa così, occorre essere duri e spietati.

Se l’avversario sta male bisogna abbatterlo definitivamente, non lasciarsi irretire.

Un sano killer instinct deve (deve!!!) emergere e armare braccio e racchetta.

Chissà se la ragazza imparerà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *