mdpr1@libero.it

Immigrati: l’accoglienza svizzera e quella italiana

Nessun commento Varie ed eventuali

Il Corriere della Sera ha di recente ricordato come, per il vero, la Svizzera sia tra i Paesi che accolgono il maggior numero di immigrati.

E’ assolutamente cosi’.

Peraltro, Berna lo fa seguendo regole ben precise e in primo luogo verificando seriamente se i ‘richiedenti l’asilo’ (in cotal modo denominati) possiedono i requisiti legalmente richiesti per ottenerlo.

Poi – e semplifico – li coinvolge seguendo un virtuoso percorso.

Gli accolti devono studiare la lingua del cantone nel quale risiederanno; devono imparare un mestiere; devono comportarsi correttamente.

Devono, ribadisco, perche’, per l’appunto, hanno fior di doveri da rispettare senza storie pena l’espulsione.

Siamo noi in grado di anche solo ipotizzare un simile percorso?

Certamente no!

Riteniamo, con il Papa, che l’accoglienza consista nel disperdere migliaia di poveracci allo sbando, di sfruttarli per quanto possibile, di costringerli a vivere di stenti, di furti, di atti aggressivi e violenti dettati dalla necessita’, li obblighiamo alla prostituzione fisica e morale.

Evviva!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *