mdpr1@libero.it

Serena Williams? Comportamento stomachevole!!!

Commenti (2) Sport

Per dire come stanno le cose: è il 4 giugno, sono le sette di sera e da venti minuti buoni (dovevo farlo molto prima!) ho spento la tv e quindi a questo punto non so come è finita, anche se lo immagino benissimo.

Guardavo la semifinale femminile del Roland Garros tra Serena Williams e Timea Baczinski.

L’americana è scesa in campo boccheggiante, accusando febbre e chissà cos’altro.

Si è trascinata per il campo come una zombie e intanto ha giocato alla grande.

Ora, se si sta male non si gioca e se si gioca si evitano le scene da moribondo!

Un atteggiamento stomachevole che la squalifica a vita!

Fossi stata l’avversaria, me ne sarei andata dopo i primi scambi!

Ricordo una finale di Key Biscayne di mille anni fa: il grande Jimmy Connors affronta Ivan Lendl che fa un sacco di storie.

Jimbo resiste dieci, quindici minuti.

Poi, va alla sua postazione, infila la racchetta nella sacca e se ne va mentre l’arbitro di sedia lo redarguisce duramente.

Sarà sospeso per quella decisione che ebbi ad apprezzare moltissimo!

2 Responses to Serena Williams? Comportamento stomachevole!!!

  1. Giorgio ha detto:

    Spiacente per la personale assenza dallo schermo TV,amo il tennis femminile 100 volte più del maschile,la grazia femminile con quel fardello nascosto di forza ed intelligenza concentrata ,manifestata con femminilità, mi attira.
    Per l’atleta in questione simile ad un buttafuori non può interessarmi,e non vorrei trovarmela a posteriori sul tram.

  2. Carmine Ferrara ha detto:

    Serena non la guardo per principio. Non mi piace il suo atteggiamento in campo: sempre con un’aria svogliata, come se stare lì glielo avesse prescritto il medico. In più farla giocare nel circuito WTA, viste le sue caratteristiche, mi pare inadeguato. Per struttura e potenza è completamente al di fuori di qualsiasi altra giocatrice “femminile”. Forse l’ATP sarebbe più adeguato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *