mdpr1@libero.it

Cara Svizzera

Commenti disabilitati su Cara Svizzera Varie ed eventuali

di Gianni Laterza

Cara Svizzera,

i nostri primi incontri risalgono agli anni sessanta, al rifornimento di sigarette e cioccolato e al pieno di benzina.

E ci fu un periodo che le autorità Italiane decisero che si poteva entrare solo con il serbatoio pieno.

I Finanzieri controllavano e per me e per tanti fu una triste notizia. Fortunatamente, il mio meccanico riuscì a fissare in alto il galleggiante e così la mia Giulia 1300 risultava avere sempre il pieno.

Unica mia attenzione era il controllo del contachilometri per non restare in panne con serbatoio vuoto ma pieno a detta del galleggiante.

Entravo da Gaggiolo e uscivo a Chiasso, Bizzarrone o viceversa

La mia zona di lavoro era Varese/Como e relative province.

Qualche blitz domenicale a Lugano e alcune domeniche invernali con i figli piccoli al San Bernardino.

Bei tempi.

In seguito, i nostri incontri si sono diradati.

Recentemente con la mia compagna abbiamo deciso di trascorrere quattro giorni in mezza pensione in un Hotel del San Gallo.

A  Mols, il piccolo paesino a quattrocentocinquanta metri sul livello del mare che si affaccia sul lago Walen.

Poche abitazioni spruzzate sulla collina con vista mozzafiato sulle predette acque lacustri, montagne e in basso, quasi a sfiorare il lago, due binari che danno vita ad un via vai di treni multicolori dalla linde fiancate.

Come in tutte le fiabe arriva anche il brusco risveglio che descrivo in sintesi.

Terminata la prima cena in Hotel la cameriera mi chiede di pagare subito la bottiglia di vino (tre quarti) e l’acqua minerale da un litro: totali franchi 29,20 di cui  8,20 sono per l’acqua.

Il sabato pomeriggio facciamo una passeggiata lungolago di 2due chilometri fino al paesino di Unterterzen, quindi decidiamo per il ritorno in treno: totali franchi 6,20 per i due chilometri citati.

La domenica si decide di andare a Zurigo (dista 70 Km) e la prima tappa imprevista ma valida è lo Zoo,  ingresso franchi 26 a persona.

Molto più conveniente in proporzione del costo dell’acqua minerale che raggiunge il top al bar esterno dello Zoo:  franchi 4,60 per una bottiglietta in plastica da 500 ml.

Almeno quella dell’Hotel era in vetro…per dinci e dindirindina!      Nel pomeriggio visita nella bella vecchia Zurigo con sosta in un bar:  due espressi   10 franchi.

Cosa costerà l’acqua  nel  deserto ?

Un saluto cara Svizzera.

Quanto  sei……….CARA ! ! !