mdpr1@libero.it

Varese decaduta? Non ci sono più i bottegai!

Commenti disabilitati su Varese decaduta? Non ci sono più i bottegai! Varie ed eventuali

Lo so, lo so, dal tempo dei tempi, quando si voleva dire male di Varese la si definiva ‘città di bottegai’.

Piero Chiara ha scritto e detto in proposito…

Oh se ne ha scritto e detto.

Ma, come mi ha fatto notare ieri uno dei pochi bottegai rimasti, “Varese è in crisi perchè non ci sono più i commercianti”.

Ed è così.

E la faccenda non vale solo per il centro, per corso Matteotti e vie circonvicine, no.

Vale forse ancora di più per i rioni e le castellanze.

I negozi hanno chiuso e chiudono per ogni dove e la città soffre.

E’ un segno dei tempi, certamente.

E avremmo dovuto opporci già nei primi anni Settanta con tutte le nostre forze all’arrivo, alle aperture dei supermarket, dei centri commerciali.

Non l’abbiamo fatto (così come in Italia non ci siamo opposti per nulla al proliferare delle reti televisive e ai mille altri ‘miglioramenti’, alle modernizzazioni che ci hanno impoverito da tutti i punti di vista).

Quando Montanelli fu introdotto nello studio del dittatore portoghese Salazar che intendeva intervistare si sentì dire dal segretario particolare di quel despota: “Sia buono con il presidente, cerca di salvare il Portogallo dal suo futuro”.

Ecco, chi mai si è davvero battuto, in Italia per evitarlo al Paese, a Varese per evitarlo alla città, contro il tristissimo futuro che oggi viviamo?