mdpr1@libero.it

USA 2016: Candidati come se piovesse

Commenti disabilitati su USA 2016: Candidati come se piovesse USA

11 aprile 2015
Barack Obama non si può ripresentare, il suo vice Joe Biden non fa paura, il campo repubblicano non conta su un ipotetico front runner di sicuro successo…
Ecco le ragioni per le quali le candidature in vista delle primarie 2016 sono ad oggi già assai numerose (e si moltiplicheranno).
Certo, l’annuncio della discesa in campo di Hillary Rodham Clinton che finalmente rompe gli indugi limita notevolmente le speranze di nomination in campo democratico, tanto che finora solo quello strano tipo (dapprima repubblicano, poi indipendente, approdato infine al partito dell’asino) del governatore del Rhode Island, Lincoln Chafee, sta dandosi da fare, avendo messo in piedi un comitato che deve valutare le sue, ovviamente non molte, possibilità.
Tra i GOP, dopo Ted Cruz, senatore del Texas, e dopo Rand Paul, senatore del Kentucky, ecco proporsi il loro collega della Florida Marco Rubio.
Ma non è finita qui.
Si agita molto Jeb Bush.
Scalda i motori il ‘duro’ governatore del Wisconsin Scott Walker.
Si dà da fare Lindsey Graham, senatore della Carolina del Sud.
Senza che ci si dimentichi del corpulento Chris Christie, brillante governatore del New Jersey.
Il sondaggio più recente tra gli elettori repubblicani colloca i candidati, quanto alle prime tre posizioni, in quest’ordine: Jeb Bush primo col sedici per cento delle intenzioni di voto, Scott Walker secondo col quattordici, Rand Paul terzo.
Nulla di veramente indicativo, naturalmente.