mdpr1@libero.it

Zaia? Tosi? Perchè non tutti e due?

Commenti (1) Varie ed eventuali

Le Lega è in ambasce, rischia una scissione: Zaia o Tosi, questo è il dilemma.

E pensare che si può risolvere tutto in un battibaleno adottando la ‘lema’.

Una velocissima riforma del sistema elettorale, et voila.

La ‘lema’ – in vigore molti anni fa in Uruguay  – prevede la possibilità per ogni partito in competizione elettorale di presentare anche più di un candidato alla presidenza (nel caso, sarebbe al governatorato).

Fatte le elezioni, la carica spetta al partito che ha preso più voti e sarà ricoperta dal candidato di quel partito che avrà ricevuto il maggior numero di suffragi.

In sostanza, con la ‘lema’, una Lega vincente avrebbe diritto allo scranno che andrebbe a quello tra i due suoi candidati che avesse preso più voti.

Gli è che i politici non studiano, non conoscono la storia, sono ignoranti come i commentatori politici (il che è tutto dire).

One Response to Zaia? Tosi? Perchè non tutti e due?

  1. Giorgio ha detto:

    Non credo alle apparenze,vorrei poter chiedere a Bossi per chi voterà,per Tosi o Zaia.potrebbe rispondermi “Voto per Berlusconi”…..presto detto il risultato non cambia come la nomenclatura cremlinese, fatta dovuta sommatoria si ritrova il vecchio centrodestra ante Renzi,ora anti Renzi.
    La lega stava raschiando il fondo del barile,occorrevano idee nuove come quella accalappia voti fascistizzanti alla Le Pen e onde non scontentare leghisti antifascisti si produce la sponda convogliante di Tosi,la strategia potrebbe anche reggere per assicurare lo scanno alla Camera,alla Regione,Provincia,Comune ecc…….e via così per altri cinque anni……però di fatto Renzi il toscano pur mi attacchi in gola,se dovessi andare ai seggi voterò per Lui,non esalta il fascismo ma un poco lo pratica e lo SPREAD che ora anche i poppanti sanno di che si tratti,lo ha ridotto sotto il 100,mentre ai tempi degli
    “scagnozzi” passava oltre 500…che l’Europa vada radrizzata si sa,ma certamente non saranno MAI tipi come Salvini e Tosi a deciderne le sorti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *