mdpr1@libero.it

Primarie in Campania: il PD come l’antica Sparta

Commenti (1) Varie ed eventuali

Primarie PD in Campania.

L’ultima volta erano finite malissimo: brogli, imbrogli, voti fasulli e chi più ne ha più ne metta.

Questa volta – pare – tutto bene.

Gli è che la direzione del PD ha inviato sul posto un osservatore.

Proprio così: il comunicato ufficiale dice “un osservatore”.

Mi torna alla mente l’antica Sparta: quando riceveva una richiesta di aiuto da un’altra città in guerra, Sparta inviava un soldato, uno solo.

Un miliziano spartano doveva bastare.

Un osservatore renziano è bastato!

Perbacco!

One Response to Primarie in Campania: il PD come l’antica Sparta

  1. Giorgio ha detto:

    Ma che dire ? ma no ne ho fin sopra i capelli di codesti politici….ma perché dir politi se sono tutti commercianti all’ingrosso privi di licenza,gli scontenti arrabbiati sono cresciuti di numero,e quando un loro leader si “sgonfia” ne nasce un secondo che si destreggia con il piffero,ed ecco che tutti si guardano attorno,ricaricano la molla ed invertono la rotta… sgommando…i separatisti diventano nazionalisti filo nazifascisti…. a quando un genio dell’arte oratoria della cazzata inventerà per vincere il partito fasciocomunitasocialistademocristiano liberalmonarchicoverderosa ? Sarà per questo che inconsciamente ammiro Putin ?…ammesso egli possa essere una buona forchetta,sempre una sola unità sarà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *