mdpr1@libero.it

Proust? Il capo dei masturbatori…

Nessun commento Varie ed eventuali

Mike Gold? Chi diavolo era costui?

Un tipo davvero in gamba Itzok Isaac Granich (il suo vero nome) anche se, a mio modo di vedere, un po’ suonato.

Intellettuale della più bell’acqua, autore nel 1930 di un notevole best seller ‘Jews Without Money’, fu per lunghissimi anni comunista in America (si era tra i Venti e e Trenta del Novecento in un periodo nel quale non pochi tra i migliori uomini di cultura USA erano vicini al partito che propose nel 1932 William Zebulon Foster per White House anche sulla base di un programma scritto da Edmund Wilson e firmato da personalità di grande rilievo) custode dell’ortodossia e feroce critico.

Massimo esponente della ‘letteratura proletaria’, metteva all’indice larga parte degli scrittori allora in auge, da Eliot a Faulkner a Fitzgerald.

Ecco cosa scrisse  – e, non sopportando l’autore della ‘Recherche’, sono d’accordo con lui – di Marcel Proust: “é il capo dei masturbatori della letteratura  borghese!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *