mdpr1@libero.it

Sanremo: volgarità e parolacce

Commenti disabilitati su Sanremo: volgarità e parolacce Varie ed eventuali

Non seguo il Festival di Sanremo da tempo immemorabile.

Capita, ora e da qualche anno, che attraverso youtube sia possibile dare un’occhiata a questo o a quello: a un paio di canzoni, alle performance dei cosiddetti ‘comici’.

Ho voluto (e mal me ne incolse!) sentire Paolo Kessissoglu e Luca Bizzarri.

Speravo, visto che qualche rarissima volta mi hanno fatto sorridere.

Un paio di battutte così così, molte volgarità, parolacce alle quali Carlo Conti non ha posto rimedio.

E mi è venuto da piangere ricordando la classe dei grandi presentatori e comici di una volta, appetto ai quali questa gentaglia scompare.

Forse che Raimondo Vianello o Corrado avevano bisogno di esprimersi incivilmente?

Una volta, quando le persone di una certa età lamentavano la pochezza dei tempi presenti rispetto a quelli andati, si poteva pensare e rispondere che rimpiangevano più che altro la loro giovinezza.

Oggi, non è così.

Oggi, attraverso i filmati, possiamo dimostrare senza tema di smentita che i tempi attuali sono infinitamente peggiori da ogni punto di vista.

E’ dimostrabile e dimostrato!!!